Salta al contenuto principale Salta alla navigazione principale Salta al piè di pagina

Storia

Il Dipartimento di Lingue, Letterature, Culture e Mediazioni (DLLCM) è stato istituito il 1° gennaio 2022 e raccoglie l’eredità dei Dipartimenti di Lingue e Letterature Straniere (LLS) e di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali (SMeLSI). La fondazione del DLLCM ha portato alla nascita di una grande comunità di lavoro, composta da oltre 150 persone, tra docenti, ricercatori, personale tecnico-amministrativo, assegnisti, dottorandi. Il Dipartimento opera in numerosi ambiti del sapere, della formazione e della società, con membri afferenti a più di 30 settori scientifico-disciplinari diversi.

Nel nuovo Dipartimento sono confluite importanti tradizioni di studio, attività formative e prassi di disseminazione che hanno fatto la storia dell’Ateneo milanese e ne hanno segnato il grande sviluppo, a stretto contatto con l’evoluzione culturale e sociale della città e della sua ampia area di riverbero.

Fin dalla fondazione dell’Università degli Studi di Milano nel 1923-24 – e in verità fin dall’ottocentesca Accademia scientifico-letteraria, con la sua sezione di Lingue e letterature moderne nata già nel 1880 – fioriscono nella Facoltà di Lettere e Filosofia discipline come la Francesistica e la Germanistica. Presto si aggiungono in maniera strutturata, sempre in stretto dialogo con i saperi umanistici, gli Studi Anglistici, Iberistici e Slavistici, nei decenni successivi altre Filologie, Lingue, Letterature e Culture. Con la nascita, nel 1971, della Facoltà di Scienze Politiche si consolida un ulteriore polo di ricerca e didattica per la cosiddetta stranieristica, in intenso scambio transdisciplinare con varie scienze umane e sociali, politico-economiche e giuridiche e con la decisiva integrazione delle Lingue e Culture Asiatiche.

In seguito al Processo di Bologna, con la riforma degli ordinamenti didattici, al rinnovato corso di laurea in “Lingue e Letterature Straniere”, attivo da decenni nel solco di tradizioni disciplinari aperte alla modernità, si affianca il nuovo corso di “Mediazione linguistica e culturale”, nato nel 2001 dalla sinergia tra le due facoltà, con programmatica apertura interdisciplinare e taglio contemporaneo. Le riforme strutturali dell’Università portano quindi, nel 2012, alla nascita, da precedenti compagini, del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e del Dipartimento di Scienze della Mediazione Linguistica e di Studi Interculturali, che fin da principio collaborano a livello di formazione dottorale, a partire dal ventinovesimo ciclo nel “Dottorato in Studi Linguistici, Letterari e Interculturali in ambito europeo ed extra-europeo”, tuttora attivo. Tali percorsi formativi, come pure le attività di ricerca e di terza missione, sono possibili grazie all’apporto delle discipline linguistico-letterarie, ivi compresa l’italianistica, assieme a quello degli studi antropologici, artistici, economici, geografici, giuridici, informatici, sociologici, giuridici, tutti rappresentati nel DLLCM.

Con la fondazione del Dipartimento di Lingue, Letterature, Culture e Mediazioni e il Centenario dell’Università degli Studi di Milano questa storia entra nel suo secondo secolo di vita, con l’impegno di dare il proprio contributo, tra tradizione e innovazione, a un Ateneo aperto al territorio e al mondo, policentrico, multidisciplinare, internazionale e inclusivo.

Marco Castellari, gennaio 2024